Cabine! Cabine! da villa Mussolini sbarca alla galleria del Centro della Pesa

4' di lettura 18/11/2021 - Dopo il successo riscosso la scorsa estate a Villa Mussolini, la mostra Cabine! Cabine! dal mare approda alla Galleria del Centro della Pesa nel centro storico di Riccione. Questa mattina si è tenuta l’inaugurazione ufficiale alla presenza di alcune scolaresche di Riccione, dell’assessore a Biblioteca e Museo Alessandra Battarra, rappresentanti delle cooperative Bagnini Riccione e Bagnini Adriatica, Lega Navale Riccione, Associazione Blennius .

La mostra è stata trasferita e riadattata per la galleria della biblioteca in modo da dare l'opportunità, anche e soprattutto agli studenti, di essere visitata durante l'anno scolastico in corso. Nata da un’idea delle Cooperativa Bagnini Riccione e Cooperativa Bagnini Adriatica e realizzata da Riccione Teatro in collaborazione con l’Associazione per la Candidatura UNESCO con sede a Riccione, l’excursus fotografico trova quindi collocazione fuori stagione in una veste rinnovata. Le fotografie della spiaggia di Riccione si susseguono, dagli albori fino ai giorni nostri, rispecchiando l’immagine di una comunità che cresce grazie al contributo di tutti. È la storia di un’identità, quella di spiaggia, che si costruisce con le impressioni e i racconti dei protagonisti, la sua gente e i suoi ospiti. Rispetto alla precedente disposizione a Villa Mussolini, la mostra in biblioteca ha due aree create ex novo e antecedenti al fortunale del 1964. In particolare sono esposti documenti risalenti al 1895 anno della concessione delle prime licenze ai bagnini per l’utilizzo della spiaggia, del 1922 con Riccione che diventa comune autonomo staccandosi da Rimini, e del 1964 quando una terribile tempesta rese necessario l’intervento di abitanti e turisti per la rapida ricostruzione. Nel 2018 nasce l’idea della candidatura al patrimonio immateriale UNESCO, patrimonio culturale intangibile degli usi sociali della spiaggia di Riccione e il 2022 rappresenta il compleanno a due zeri della città. L’obiettivo della mostra è quello di raggiungere un ampio pubblico, quello degli utenti della biblioteca e del museo del territorio, degli studenti delle scuole, degli universitari e di tutti i visitatori.

La mattinata ha coinvolto 4 classi delle scuole primarie Karis, Panoramica IC G. Zavalloni e Maestre Pie che, rigorosamente a turno per esigenze di ordine sanitario, hanno visitato la mostra e assistito alla visione di un video sull’ecosistema marino prodotto da Renato Santi dell’associazione Blennius ponendo numerose domande ai bagnini, dall’innalzamento delle due durante l’inverno alle tipiche imbarcazioni della tradizione marinaresca e ai giochi di spiaggia.

“ Dopo tanto tempo questa mattina abbiamo organizzato un incontro in presenza con alcune classi del territorio - ha affermato l’assessore ai Servizi Educativi, Biblioteca e Museo, Alessandra Battarra - e la curiosità degli alunni è stata pienamente soddisfatta dai bagnini e dai rappresentanti delle associazioni presenti che hanno risposto puntualmente e in modo giocoso alle numerose domande poste dai bambini sui temi affascinanti del mare e della spiaggia. Tutti gli attori in gioco hanno dato grande disponibilità confermando ancora una volta la vicinanza alle giovani generazioni per infondere loro interesse e conoscenze sulla storia della nostra spiaggia”.

“ Rispondere alle domande dei bambini - ha aggiunto Diego Casadei, presidente della Cooperativa Bagnini Riccione - sulla spiaggia, sulla storia dei bagnini, sul centenario di Riccione e sulla mostra che ci vede direttamente coinvolti, ritengo sia stato utile questa mattina non solo per loro ma anche per noi adulti. La naturalezza e l’attenzione dimostrate confermano ancora una volta quanto sia importante collaborare con le scuole per infondere nuove conoscenze. Invito tutti a visitare la mostra al Centro della Pesa in biblioteca che assieme all’amministrazione abbiamo scelto di riproporre con alcune novità anche nella stagione invernale.”

Per andare incontro ai bambini e agli studenti, e in generale a tutti i visitatori, l'impostazione della mostra è volutamente cronologica, una sorta di grande linea del tempo che porta Riccione al suo compleanno a due zeri. I contenuti dei pannelli didascalici sono semplici. Per approfondire inoltre il tema della candidatura Unesco e visualizzare la bibliografia preparata dalla biblioteca con i documenti che riguardano il concetto di identità di spiaggia, sono previsti due qr code con i quali è possibile accedere a contenuti extra.

Grande risalto viene dato alla candidatura Unesco, esposta oggi agli studenti del capo di gabinetto, architetto Roberto Cesarini, per far comprendere il concetto di identità di spiaggia rientrante negli usi e tradizioni che da anni gli abitanti riccionesi e, nello specifico i bagnini, tramandano come patrimonio culturale ed identitario alle nuove generazioni.

La mostra sarà aperta fino al 18/04/2022.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-11-2021 alle 19:22 sul giornale del 19 novembre 2021 - 98 letture

In questo articolo si parla di attualità, riccione, Comune di Riccione, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cuYV





logoEV