Riccione: la Polizia di Stato chiude un minimarket per vendita di alcol a minorenni

1' di lettura 24/07/2020 - La Polizia di Stato di Rimini, nella giornata di mercoledì è intervenuta su segnalazione degli agenti della Polizia Municipale di Riccione nei confronti di un minimarket il cui personale è stato sorpreso in più occasioni a vendere alcol a minorenni.

Il Questore di Rimini ha adottato, nei confronti della suddetta attività commerciale, il provvedimento, ex art.100 T.U.L.P.S., di sospensione della licenza per un periodo di giorni 15.

I ripetuti controlli della Polizia Locale di Riccione avevano accertato che i dipendenti del minimarket vendevano alcoliche ai minori ben oltre l’orario consentito alla somministrazione di alcol, nelle ore notturne, forse pensando di non venire individuati.

Le bottiglie di bevande alcoliche venivano occultate all’interno di sacchetti di carta per cercare di sfuggire ai controlli, comportamento riscontrato in più occasioni ed attuato da più dipendenti, che costituiva il modus operandi consolidato.

L’attività di polizia amministrativa ha consentito di accertare che il negozio era ormai diventato un luogo abituale in cui recarsi per acquistare bevande alcoliche, indistintamente dall’età.

Tale comportamento ha quindi indotto il Questore ad adottare il provvedimento di sospensione, in quanto pericoloso per l’ordine e la sicurezza dei cittadini, con particolare riferimento ai minorenni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-07-2020 alle 10:09 sul giornale del 25 luglio 2020 - 182 letture

In questo articolo si parla di attualità, emilia romagna, notizie, Sara Santini, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bruz