Battarra: “Centri estivi progettati sulle esigenze delle famiglie”

2' di lettura 20/05/2020 - "E' dalle famiglie e dai bambini, dalle necessità reali, che bisogna partire per riprogettare il servizio dei centri estivi. Ho promosso un incontro online con i genitori per poter condividere con loro la nuova normativa e raccogliere input per la riorganizzazione del servizio. Bisogna conoscere nel modo più chiaro possibile l'esigenza di ogni singola famiglia, ed ecco perché prima di procedere, imponendo un modello strutturato aprioristicamente, chiediamo ai genitori di compilare un semplice questionario". E' ciò che ha dichiarato Alessandra Battarra, assessore ai servizi educativi, a proposito dell'iniziativa del Comune di Riccione in merito ai centri estivi, per la stagione 2020. 

Pertanto, tutti i genitori di bambini iscritti alle scuole dell'infanzia, che hanno un'età compresa tra i 3 e i 6 anni, riceveranno dal Comune di Riccione un semplice questionario da compilare.

"Prevedere la riapertura dei centri estivi è senza dubbio un importante segnale della normalizzazione, al quale tutti guardiamo con speranza - si legge nella lettera inviata alle famiglie - "sarà tuttavia necessario attendere le disposizioni regionali che definiranno tutte le indicazioni chiare alla tutela della salute, alla sicurezza, nonché tutte le norme per la prevenzione del contagio da adottare, nelle attività organizzate di socialità e di gioco, come avviene nella quotidianeità dei centri estivi". In attesa di conoscere tutte le normative sulle quali organizzare il ritorno dei bambini ai centri estivi, riteniamo doveroso il confronto con voi famiglie per cogliere le necessità di conciliazione lavoro e tempi di cura".

Il sondaggio sarà utile quindi per riprogettare i servizi estivi e trovare soluzioni organizzative che rispondano alle esigenze delle famiglie sempre nel rispetto della normativa. Il servizio prevede un'organizzazione per piccoli gruppi stabili, cinque bambini a gruppo anche di età eterogenea. L'accesso e l'uscita dal centro estivo verranno regolate per scaglioni di orario, ogni 10 minuti circa tra un gruppo e l'altro, a cui non si potrà derogare. Tale modalità obbliga al rispetto dell'orario di accesso e di uscita per ogni gruppo di bambini. Terminato l'orario assegnato per il proprio gruppo non sarà più possibile accedere alla struttura.

Nell'organizzazione del centro estivo potrebbe essere non garantito il sonno pomeridiano. Al fine di rispettare i vincoli di distanziamento sociale e di accogliere nei centri estivi il maggior numero di bambini che ne faranno richiesta, saranno utilizzati anche sedi diverse dalla scuola dell'infanzia frequentata.
I genitori dovranno quindi rispondere alla domanda se sono o meno interessati ad iscrivere il proprio figlio al centro estivo e per quale periodo, luglio agosto o tutto il periodo.

Si ringraziano in anticipo tutte le famiglie per la disponibilità e il tempestivo invio di informazioni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-05-2020 alle 20:11 sul giornale del 21 maggio 2020 - 147 letture

In questo articolo si parla di attualità, riccione, Comune di Riccione, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bl7w