Stefania Bonomi presenta il nuovo romanzo: "Il Pentagramma dell'Anima"

5' di lettura 02/03/2020 - Un uomo muore, muore ma la fine si rivela in realtà l’inizio di un’ascesa spirituale tutta in salita, da conquistare attraverso il riesame di una vita terrena vissuta tra frustrazioni, dolori, amore e un sogno mai realizzato: la musica. E proprio la musica sarà la chiave di svolta per “la missione” che Leonardo Alfieri, scrittore-attore, colto da una fine improvvisa e inaspettata, dovrà portare a compimento fra cielo e terra.

Se un aldilà esiste con quale linguaggio potrebbe mai esprimersi e comunicare con un aldiqua? Solo una: la musica. La più subliminale fra le forme d’arte capace di smuovere il divino che c’è in noi.

E allora, le note musicali, piene e vuote, alte e basse, legate, intrecciate e ripetute, s’insinuano fra i neuroni, superando l’inconscio e svelando legami insospettabili di attrazioni, apparenti coincidenze, canalizzazioni, dejavù e destini karmici dentro i quali tutti i personaggi del romanzo, in un ben congegnato gioco di specchi, si ritrovano inesorabilmente invischiati.

La spiritualità come antica tradizione millenaria interseca la Scienza e le potenzialità della recente fisica quantistica. Universi paralleli, onde vibrazionali, visioni ancestrali, energie cosmiche e reincarnazioni, ma soprattutto loro, le emozioni, al centro di una trama che è archetipico dell’eterno ritorno.

Il romanzo è ispirato al noto attore scrittore Giorgio Faletti, caro amico dell’autrice, mancato nel luglio 2014, tornato a trovarla nel personaggio di Leonardo Alfieri. Stefania Bonomi, nel corso della presentazione, racconterà del processo di canalizzazione avuto nel corso della stesura del romanzo, dei segnali ricevuti, del suo incontro con l’aldilà.

Nel 2016, anno in cui decide di iniziare la stesura del suo nuovo romanzo, l’autrice si avvicina per la prima volta al mondo della spiritualità, partecipando al convegno Cose dell’Altro Mondo Nel corso di una connessione pubblica, viene chiamata da una guida spirituale che la inviata a procedere nel suo lavoro di stesura per volontà di un noto scrittore. In una successiva connessione, attraverso il metodo della scrittura, suo padre, mancato nel 2013, le conferma che deve procedere con la stesura del romanzo e che, in questo percorso, sarà aiutata dai cieli.

Il messaggio che arriva all’autrice è quello di raccontare l’incontro terreno di due anime che, nel mondo, si stanno inconsapevolmente cercando. L’ingresso nella nuova dimensione abbraccia immediatamente la sua narrazione, condita di dovizia di particolari. Luce, positività, amore, energia.

Maria Sole e Lucas Prandi sono due persone lontane sia dal mondo terreno, vissuto come gabbia di sofferenza, sia da quello spirituale in cui non credono. Chi canalizza l’autrice nel proseguo della scrittura è un uomo, la cui primaria visione, si posa sullo sguardo, caratterizzato da due profondi occhi azzurri: Leonardo Alfieri. Con dovizia di particolari racconta del suo trapasso, del mondo energetico in cui si trova, della beatitudine, della pace, ma anche della perfetta organizzazione di una dimensione dove, Alati, Predestinati ed Eletti hanno un compito: la purificazione dell’anima di chi ancora sta facendo il suo percorso terreno. Tutto avviene tramite la potenza energetica. Un’equazione di dare ed avere in relazione al proprio vissuto.

Alla base di questa purificazione ci sono le EMOZIONI. Leonardo racconta all’autrice chi era in vita e quali erano le passioni che lo portavano al completo abbandono emozionale: la musica. In questo percorso sarà aiutato da Amanda, la sua guida spirituale, giovane ragazza mancata per una grave malattia.

Si dipana così un doppio racconto: di qua il percorso di Maria Sole e Lucas, di là quello di Leonardo e Amanda, le cui emozioni finiscono per confluire in uno stesso percorso la cui linea guida è la musica, la MUSICA DI UN PENTAGRAMMA che li accomuna e li guiderà verso la soluzione dei loro desideri futuri.

Dopo a sua fortunata pubblicazione nel marzo 2019, il romanzo viene letto e valutato da due riconosciuti esponenti del mondo della spiritualità, il ricercatore Marco Cesati Cassin e la giornalista ipnologa Manuela Pompas che ritrovano, nella descrizione dettagliata del mondo energetico, diverse assonanze con quello che riguarda il magico mondo dell’invisibile.

Biografia

Nata Milano nel 1965 Stefania Bonomi inizia a scrivere nel 1983 collaborando con diverse testate giornalistiche di moda e turismo, dedicandosi anche alla stesura di racconti per il settimanale “Alba”. Dal 1990 al 1993 collabora con il quotidiano “Il Giornale”, per poi essere assunta come giornalista televisiva per un’emittente bergamasca locale. Nel 2004 inizia la collaborazione con il quotidiano Metro, pagina degli spettacoli. Nel 2008 con “La Bestia dentro” vince la XIV Edizione del Premio Letterario “Racconti nella Rete”. Nel 2012 pubblica il suo primo romanzo “Perché ti ho messo al mondo”, un’avvincente storia di affetti famigliari. Dopo una pausa di sette anni e l’avvio imprenditoriale di uno dei più importanti studi italiani di marketing medico di cui è oggi titolare, Stefania Bonomi è pronta ad affacciarsi nuovamente al mondo editoriale con “Il pentagramma dell’Anima”, il suo nuovo romanzo dedicato all’energia universale, alle emozioni e all’amore eterno per la musica.

www.stefaniabonomi.com






Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 02-03-2020 alle 15:51 sul giornale del 03 marzo 2020 - 152 letture

In questo articolo si parla di cultura, pubbliredazionale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgZM

Leggi gli altri articoli della rubrica libri & cultura